report aziende

Aziende italiane e professionisti

Report aziende italiane gratis
Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Novità sul bonus bancomat: di cosa si tratta?

Introdotto il 30 giugno 2021, il decreto fiscale e sul lavoro nº 99 prevede due importanti novità per il bonus bancomat: credito d’imposta al 100% su commissioni per pagamenti e agevolazioni fiscali per chi possiede il POS.

 

Si tratta di un cambio di strategia da parte del Governo Draghi.

 

Infatti, per incentivare la tracciabilità dei pagamenti, il Governo ha introdotto ulteriori agevolazioni per le imprese ma, allo stesso tempo, ha sospeso il cashback.

 

Cosa cambia per commercianti e professionisti?

 

Le novità introdotte non sono rivolte a tutti i cittadini ma solo a esercenti di attività d’impresa, arte o professionisti.

 

Infatti, vengono eliminate le commissioni quando il cliente paga con la carta e l’ammontare della detrazione fiscale dipenderà dal dispositivo elettronico di incasso scelto e dai relativi incassi.

 

In pratica, con le due agevolazioni introdotte (per dotarsi del dispositivo e per permettere pagamenti con carta) il totale della detrazione fiscale è di 480 euro per individuo!

Per dotarsi di un POS è necessaria una solida connessione a Internet!

Scopri qui tutte le migliori offerte internet per te e la tua impresa

Come funziona il Bonus Bancomat?

 

In particolare, la nuova agevolazione sulle commissioni per pagamenti è stata aumentata fino al 100%, rispetto al precedente 30%, così da coprire l’intero ammontare dell’importo pagato.

 

Per quanto riguarda la seconda novità, coloro che si dotano di POS potranno beneficiare di nuovi crediti d’imposta che variano dal 70% al 10% della spesa sostenuta.

 

Inoltre, per chi dovesse acquistare, noleggiare o utilizzare strumenti di incasso tecnologici in grado di trasmettere dati all’Agenzia delle Entrate, sono previsti ulteriori crediti d’imposta che variano dal 100% al 40%.

 

Il periodo di riferimento in cui tali agevolazioni sono valide va dal 1° luglio 2021 al 30 giugno 2022.

 

Crediti di imposta: importi e requisiti

Il credito di imposta, con tetto massimo di 160 euro per individuo, si può richiedere nei seguenti importi:

 

 

Scaglioni delle agevolazioni
70%Per coloro i cui compensi e ricavi del periodo d’imposta anteriore siano inferiori a 200.000 euro
40%Per coloro i cui compensi e ricavi del periodo d’imposta anteriore siano compresi tra 200.000 e 1.000.000 euro
10%Per coloro i cui compensi e ricavi del periodo d’imposta anteriore siano compresi tra 1.000.000 e 5.000.000 euro

 

 

Per quanto riguarda il bonus fiscale con tetto massimo di 320 euro per individuo, è accessibile secondo queste modalità:

 

Scaglioni delle agevolazioni
100%Per coloro i cui compensi e ricavi del periodo d’imposta anteriore siano inferiori a 200.000 euro
70%Per coloro i cui compensi e ricavi del periodo d’imposta anteriore siano compresi tra 200.000 e 1.000.000 euro
40%Per coloro i cui compensi e ricavi del periodo d’imposta anteriore siano compresi tra 1.000.000 e 5.000.000 euro

 

 

In ogni caso, tali crediti verranno applicati sempre in conformità dei limiti e delle condizioni previste dalla legge, non formano parte del reddito del beneficiario e possono essere usufruiti solo per compensare le spese sostenute.

 

Questa guida riassuntiva, redatta per te da internet-casa, ti aiuta a capire quali sono le novità introdotte circa il Bonus Bancomat 2021.

 

Fonte https://internet-casa.com/news/bonus-bancomat-2021-quali-novita/

 

Dove acquistare un registratore di cassa economico o un POS?

Se hai bisogno di acquistare un registratore di cassa o un POS a prezzo concorrenziale contatta Micropedia che è rivenditore autorizzato Ditronetwork in tutta Italia, consegna a domicilio.

Per informazioni info@micropedia.it

Condividi:

Altri imprenditori ed imprese

Join Our Newsletter